Kizito Sesana – Accogliere gli stranieri – EMI

accogliereglistranieri
Oggi recensiamo un libro della serie “fare misericordia” promossa dalla EMI per il Giubileo straordinario della Misericordia.
Accogliere gli stranieri. Non siamo “padroni a casa nostra” di padre Kizito Sesana

 

 

Accogliere gli stranieri. Non siamo “padroni a casa nostra”

Presentazione dell’autore: cristianamente, ospitare è tensione e profezia di fraternità. Ospitando impariamo che libertà e amore ci qualificano come umani, e che per restare umani dobbiamo esercitare libertà e amore sempre, altrimenti ci atrofizziamo. In quest’ottica l’ospitalità nella casa comune, di cui papa Francesco parla lungo tutta l’enciclica Laudato si’, diventa pratica di liberazione personale e comunitaria. Il messaggio di papa Francesco non deve essere quindi interpretato come una “ingerenza” nella politica, ma come il Vangelo vissuto veramente che “costringe le leggi, i regolamenti, i confini, soprattutto i confini mentali, ad adeguarsi alla vita”. Affinché non sia più illogico, pericoloso, persino illegale aprire la propria casa a una persona sconosciuta.

Recensione: leggere i racconti di un missionario che ha passato 30 anni della sua vita nelle baraccopoli in Kenya e Zambia fa venire la pelle d’oca e lascia con quel senso di inquietudine che ti apre a nuovi orizzonti. Nel suo libro padre Kizito ci racconta come è stato accolto, straniero in terra africana, da chi non ha quasi nulla da offrire ma quel poco che ha te lo dona con gioia. Insomma, non certo il trattamento che stiamo riservando ai nostri fratelli migranti …

Attraverso piccole storie derivate dalla sua quotidianità nei centri di accoglienza per bambini e ragazzi, Kizito ci interroga su alcuni punti focali della vita del cristiano: la centralità dell’incontro con l’Altro e l’accoglienza del prossimo.

Consigliato a chi ama farsi scuotere da un po’ di sana missionarietà!

Imperdibile per chi ha ancora qualche dubbio sull’ospitare i migranti nel nostro paese.

Comments are closed.